E’ arrivata l’ora della Regina Elisabetta II

Sono gravi le condizioni della regina Elisabetta, al momento sotto osservazione dei medici nella sua residenza di Balmoral. Il Regno Unito sta seguendo gli aggiornamenti con il fiato sospeso, ma sembra che la salute della sovrana d’Inghilterra sia in peggioramento. I familiari sono stati convocati a Balmoral per quello che sembra essere l’ultimo saluto. Carlo ovviamente accoglierà la Corona così come previsto e fra qualche mese si parlerà dell’incoronazione.

Quanto durerà il lutto nazionale? Almeno tre mesi. Per tre giorni Londra sarà completamente bloccata, si fermeranno tutte le attività, poi ci saranno comunque mesi di lutto nazionale tra la morte della sovrana e il nuovo insediamento. Nessuno sa quando sarà incoronato ufficialmente Carlo, quello che è certo è che sarà Re subito dopo il decesso della madre. Non ci sarà un seggio vacante.

Cos’è l’operazione London Bridge? Quella prevista per i funerali di Stato. London Bridge è il nome in codice assegnato alla Regina e il piano segna semplicemente le procedure da seguire post mortem. Si tratterà di un funerale simile a quello che abbiamo avuto per la principessa Diana, ma sarà ovviamente più solenne e maestoso. La bara sarà esposta nella Westminster Hall: per la Regina madre l’esposizione fu di due giorni. Tenendo conto della popolarità di Elisabetta, dobbiamo immaginare una cosa del genere con un grande afflusso di persone.

Quali sono le procedure per la successione? Dopo la morte della regina sarà consegnato a Carlo un nuovo bastone simbolo dell’autorità legale e sarà annunciato il decesso di Elisabetta con la formula classica: “La regina è morta, viva il re”. Questo perché, come dicevo poco prima, non può esserci un seggio vacante. Carlo sarà re subito dopo la morte della madre, anche se l’incoronazione ufficiale ci sarà tra diversi mesi. Il Principe terrà la sua prima riunione con i consiglieri reali appena concluse le cerimonie funebri. A quel punto inizierà l’iter per l’insediamento con conseguente cerimonia ufficiale sulla quale però non abbiamo certezze.

Quali sono le procedure per la successione? Il lutto nazionale per i funerali e la cerimonia di incoronazione costeranno tra 1 e 5 miliardi di sterline al Pil. Negozi e uffici resteranno chiusi e non lavoreranno. Anche la televisione nazionale modificherà il palinsesto, rinunciando così agli introiti pubblicitari.

Tagliato l’ottavo nastro del master fotografico della cwc

Anche questa volta, esattamente per l’ottava, la Creaworldcom di Canicattì ha inaugurato il master fotografico dal nome Fotografo, confermando l’edizione 2022 che è ispirata al tema naturalistico dei fiori. Ieri, 01/04/2022, negli studi di Via Vittorio Emanuele di Canicattì, sono stati accolti gli aspiranti fotografi che vivranno questa nuova esperienza formativa. Ad accoglierli ci ha pensato lo staff della Creaworldcom, capitanato dal presidente Livio Facciponte, a rappresentanza della città, vi è stata l’amministrazione comunale, nelle persone dell’assessore Giuseppe Corsello, con delega allo sport, l’assessore Francesco Giordano con delega alle politiche sociali e l’ex Vice Sindaco Gaetano Rizzo, il quale è stato colui che ha lanciato la prima edizione di questo progetto, nel 2016.

Cosa affronteranno i corsisti in quest’edizione del master Fotografo? In tutto verranno svolti 17 appuntamenti con 5 workshop fotografici con la realizzazione di un evento espositivo finale, in cui verrà presentata una rivista fotografica. Lo scopo è quello di portare un allievo a percorrere tutte le tappe del mondo della fotografia, dallo still life in studio ai workshop professionali, che vanno dal paesaggio alla simulazione scenografica con una modella, fino al montaggio dei lavori realizzati a Photoshop.

Quali saranno i workshop che verranno realizzati? Il primo è lo still life o fotografia d’oggetti e sarà realizzato con la partecipazione dell’azienda canicattinese, Eventi Fioriti di Diana, in cui verranno realizzate delle composizioni artigianali in tema floreale. Il secondo è il workshop paesaggistico e verrà realizzato sul sito storico della Torre Cucca Vecchia, grazie alla preziosa collaborazione dell’amministrazione presieduta dal sindaco Vincenzo Corbo. Il terzo, il quarto e il quinto Workshop riguarderanno la foto di ritratto e di ritratto ambientato, che verranno realizzati per opera del maestro Lillo Locastello, con la prestazione professionale della modella Giulia Lestini di Raffadali.

A chi è stata assegnata la docenza del master? Per l’ennesima volta è stato nuovamente confermato il fotografo Francesco Signorino. E’ specializzato sul glamour e sul nudo artistico, indirizzato alla pubblicazione nelle riviste di body art. Francesco milita nel mondo dell’antico, introducendo elementi fotografici e digitali ricchi di futurismo. Per il fotografo Canicattinese hanno posato più di 100 modelle, prestandosi alla sua continua ricerca sul ritratto innovativo.

Chi saranno i membri dello staff e gli allievi dell’ottava edizione? La direzione esecutiva del progetto sarà affidata a Carmelo Mulone, la supervisione e la logistica sarà affidata al Vice Presidente Gaetano Ricotta, la sezione fotografica sulla paesaggistica sarà affidata al fotoamatore Canicattinese Giuseppe Lo Brutto. La parte burocratica sarà affidata al segretario Salvatore Caico e alla coordinatrice Concetta Monteleone. Ad affiancare il docente, ci saranno i fotografi Claudio Piraneo ed Emilia Lupo. Di Canicattì parteciperanno: l’imprenditore Luca Di Grigoli, l’Architetto Sonia Martines, la Dott.ssa. Sonia Sferrazza e l’imprenditrice Grazia Di Naro. L’Air Stylist Maria Messinese di Favara, Il fotoamatore Alessandro Spoto di Aragona e il fotografo palmese Giovanni Marino. Da Porto Empedocle parteciperà il grafico Giuseppe Lala e di San Cataldo l’imprenditore Calogero Montante, titolare dell’azienda Idronissa di Caltanissetta.

Quale sarà la missione e quali saranno gli obiettivi da raggiungere? Quest’anno il filo conduttore dell’intero progetto sarà dedicato alla natura, nello specifico ai suoi colori che saranno rappresentati dai fiori. L’obiettivo sarà quello di realizzare delle immagini che verranno condivise sui social e verranno inserite all’interno di una rivista fotografica che conterrà tutta la documentazione dell’intero percorso. Ogni studente dovrà imparare a raccontare il proprio territorio e le proprie realizzazioni, riuscendo a coniugare la propria visione personale ad una corretta tecnica fotografica. Ringraziamo le aziende Foto Curatolo S.R.L. di Caltanissetta e l’azienda Eventi Fioriti di Marco Diana di Canicattì per la partnership.

CANICATTI’: Non date più soldi ai passanti. NON FATELI ABITUARE MALE!

Dopo tante segnalazioni pervenuteci da parte dei nostri lettori o conoscenti, abbiamo deciso di scrivere questo articolo per suggerire alla cittadinanza un protocollo comportamentale, da adottare di fronte ad un problema che adesso vi spiegheremo.  E’ da parecchio tempo che, a Canicattì, sta crescendo la continua richiesta di denaro da parte di alcuni mendicanti, spesso ubriachi o in preda di crisi nevrotiche a causa di astinenze da chissà cosa. Negli ultimi anni, sono successi fatti molto spiacevoli che hanno destabilizzato l’equilibrio dei negozianti e dei venditori ambulanti che, in alcuni casi, hanno chiamato le forze dell’ordine per farli allontanare, oppure, in altre circostanze, hanno dovuto ricorrere all’autodifesa.

Come richiedono i soldi? Entrano nei negozi o fermano le persone per strada e, con una faccia pietosa, chiedono dalle 5€ alle 10€ al fine di potersi sfamare o di riuscire a sfamare la propria famiglia. Altre volte, invece, non sono affatto pietosi e diventano arroganti, addirittura sono pronti ad alzare le mani o a recare danno all’interno dei locali in cui si trovano. Il finale, dipende dallo stato psico-fisico dei malcapitati.

Chi sono? La maggior parte di loro sono conoscenti e godono di un discreto livello di notorietà, direttamente proporzionale ai fatti che hanno precedentemente commesso sotto gli occhi di una piccola cittadina come Canicattì, di appena 40.000 abitanti. A volte sono forestieri, immigrati o gente che non si vede spesso in giro, ma la maggior parte delle volte, come abbiamo precedentemente detto, non è così.

Perchè consigliamo di non dare soldi? L’abitudine è una circostanza comportamentale che, ripetuta con una certa frequenza, fa acquisire ai malcapitati un senso di rassicurazione. Questo senso, rischia di trasformarsi in un diritto comportamentale, tacitamente riconosciuto come una pseudo-tassa da pagare al fine di garantire la propria sicurezza e quella della propria attività. Nel momento in cui, dopo 1 o più volte, non gli si da più l’offerta richiesta, l’individuo (specialmente quando è destabilizzato) rischia di andare in escandescenza e combinare dei disastri. Ecco perchè, per lo stesso principio sopracitato, consigliamo di non dare soldi e di farli abituare a non chiederli!

Per concludere: Sia che vada per il verso giusto che non, ricordatevi sempre di non mostrare paura e di segnalare tutto e costantemente alle forze dell’ordine. Solo così si può chiudere il problema e liberare una città, già messa in crisi dalla pandemia, da questi grandi fastidi!

EN PLEIN per il traguardo di Ritratti Innocenti 2021

E’ arrivata la tanto attesa notte, una notte come quelle delle star di Hollywood. Mercoledì 29/09/2021, il centro culturale San Domenico, di Canicattì, è stato lo scenario in cui l’Associazione Cineworldcorporation, diretta dal presidente Livio Facciponte, ha concluso uno dei suoi, più importanti e laboriosi, progetti fotografici: RITRATTI INNOCENTI 2021, il progetto sul rapporto tra i bambini e la natura, tramite il linguaggio dei colori. In questa conferenza, dove non è rimasto neanche un posto libero, è stato illustrato al pubblico tutto il materiale fotografico prodotto, compreso il backstage di tutto l’iter lavorativo ed è stata pubblicata, ufficialmente, la rivista che, alla fine della serata, è stata distribuita a tutta la cittadinanza. La conferenza è stata moderata dal relatore Salvatore Caico ed è stata condotta da Livio Facciponte che, con l’aiuto del vice presidente Gaetano Ricotta, ha trattato i temi del progetto e ne ha spiegato le finalità, sia da un punto di vista fotografico che sociologico. 

333 scaled 1
333 scaled 1

Importante è stata la parte sociologica del progetto, non a caso l’incontro è finito con il comunicato dell’Onu sulla prevenzione del surriscaldamento terrestre. Hanno partecipato attivamente le autorità, nelle figure del Sindaco Ettore Di Ventura e dell’Assessore Antonio Giardina, i quali hanno spiegato alla città i motivi per cui hanno patrocinato questo estroso progetto culturale. La serata è stata coordinata da Concetta Monteleone e dalle Hostess Denise Clizia e Chiara Corsello, mentre l’intrattenimento è stato gestito da Enrico Callari. Tutte le foto dell’intero evento sono state curate dal fotografo Carmelo Mulone che è stato il direttore tecnico del progetto, e dal Maestro Giuseppe Lo Brutto, socio della Cineworldcorporation e stimato fotografo a cui è pure stato dedicato un servizio sulla rivista.

Come è stato realizzato il progetto? Come vi abbiamo già precisato, il tema del progetto è stato quello del rapporto tra i bambini e la natura (su cui è stata concentrata l’intera manifestazione e i servizi extra della rivista) tramite il linguaggio dei colori. E’ chiaro che i protagonisti sono stati i bambini che sono stati selezionati tramite dei provini, aventi un’età compresa tra i 6 e i 10 anni. Questi sono stati in 17 e, per imposizione progettuale, sono tutti residenti a Canicattì. Insieme a loro sono stati scelti dei fotografi provenienti da tutta la provincia, i quali hanno selezionato i bambini e insieme a loro hanno realizzato le sessioni fotografiche. Livio Facciponte è stato Il direttore del progetto che, oltre ad essere stato l’ideatore, è stato anche il grafico della rivista. Tutti i progetti realizzati sono stati sottoposti all’attenzione dello scenografo Lillo Locastello che, con la sua esperienza nel settore, è stato in grado a realizzare le scenografie e i soggetti scenografici che hanno coronato le opere fotografiche.

Cosa Contiene la rivista? All’interno troverete tutti i servizi dei bambini e dei loro fotografi. Ogni servizio ha un tema specifico e una scenografia diversa ma il filo conduttore è sempre quello. Oltre agli shooting del progetto Ritratti Innocenti 2021, sono stati realizzati tanti altri servizi, inerenti ad argomenti fotografici e naturalistici. Sono stati realizzati dei report su dei temi storici della città di Canicattì e delle inchieste sull’ambiente, l’inquinamento e del surriscaldamento terrestre. Oltre a tutti questi temi è stata realizzata una selezione fotografica delle opere di alcuni artisti partecipanti al famoso gruppo Facebook Fotoart Italia, grazie alle quali il linguaggio della rivista ha assunto un carattere internazionale.

397 scaled 1
397 scaled 1

Chi sono stati i bambini selezionati? I Canicattinesi: Giuseppe Karol Benfante, Dorotea Bordonaro, Joele Cirami, Gabriel Condello, Valerio Condello, Marco Cuscio, Noemi Frangiamone, Matteo Guadagnino, Cloe Guarneri, Gaia La Marca, Flavio Li Calzi, Gaia Lo Verme, Calogero Messina, Fatima Migliore, Iris Muratore, Antonio Rubino e Oriana Tardino.

Chi sono stati i fotografi selezionati? Questi, anche loro scelti tramite colloqui con lo staff della Cineworldcorporation, provengono da tutta la provincia di Agrigento e sono: Carmelo Mulone,  Alfonso FaillaClaudio Piraneo, Emilia Lupo, Giovanni Marino, Salvatore Tardino e  Mauro Toccacelli.

418 scaled 1
418 scaled 1

Chi sono stati gli autori internazionali delle foto del concorso di Fotoart Italia? Andrea Savi, Alessandro Marino, Alexander Sviridov, Antonino Ingrande, Anna Melis, Alexander Freitas, Carlo Romeo, Cinzia Scolaro, Claudio Tonin, Fabio Mandosio, Cristiano Biagioni, Claudio Carpinato, Fabio Pisciotta, Fifi Fidalgo, Franco Schiacchitano, Enrico Raimondo, Henk Veldhuizen, Kenny Stappers Mezarina, Rino Giacalone, Roberto Ceccaroni, Lorenzo Tallarita, Ricci Varrica, Thomas De Franzoni e Vale Avaly,

Ci racconta Livio Facciponte come ha concluso l’evento e qual’è stato il suo messaggio: Ho premuto fortemente a specificare che quest’anno, in Sicilia, ci sono stati più di 200 incendi che hanno devastato il 40% del patrimonio naturalistico dell’isola. Ho cercato di farlo capire ai genitori e ai bambini che, oltre a rappresentare il nostro futuro, possono aiutarci a rimediare sugli errori del passato. L’ho scritto sulla rivista e l’ho precisato in due servizi: L’ONU ha comunicato che abbiamo un solo anno per evitare il punto di non ritorno. Un punto che segnerà un surriscaldamento di 2 gradi per ogni 10 anni. La terra è la nostra casa e dobbiamo lottare per tenerla pulita e in ordine altrimenti, oltre a farci soffrire, cesserà di farci respirare. Questo è stato il mio miglior progetto pubblico da 15 anni a questa parte e mi auguro di aver lasciato un’eredità di cultura e sensibilizzazione alla mia città.

CHI VUOLE ORDINARE UNA COPIA DELLA RIVISTA, PUO’ FARLO CLICCANDO L’IMMAGINE SOTTOSTANTE:

Gaetano Ricotta apre il 2020 (VIDEO)

Salve a tutti i miei amici del blog Gaetano Ricotta apre il 2020 (VIDEO) poichè era d’obbligo inviare un augurio di Buon Natale e di un felice anno. L’ultimo articolo che ho scritto nel 2019 è stato: “Gaetano Ricotta sulla psiche delle milf”. Questo è dedicato a tutti colori che nell’arco di quest’anno hanno avuto il piacere di seguirmi. Sono un blogger al servizio di voi amici. Come avete visto mi piace scrivere su temi che suscitano curiosità, ma nello stesso tempo siete voi che mi date sempre maggiori input. Ho capito, dai vostri commenti che ci sono problematiche che vi tenete dentro e solo attraverso l’anonimato del blog riuscite ad estrinsecare. Io raccogliendo questi commenti cerco di dare quanto più possibile dei consigli utili e la dove finisce il mio ruolo vi indirizzo verso le strutture idonee a risolvere i casi che man mano si presentano.

La mia continua documentazione è una vera e propria azione di ricerca illustrativa al fine di illustrarvi e scoprire alcune delle sfaccettature della mente umana, nello specifico sui rapporti umani.

Attraverso i vostri commenti sono riuscito a capire lo scibile umano, quale problematiche nella vostra psiche ci possono essere. Vi ho ascoltato mentre stavate ad esternare i vostri dubbi, le vostre debolezze, ma soprattutto i vostri più reconditi pensieri inconfessabili. Mi avete investito di una notevole  responsabilità, ed io ho cercato e continuerò a darvi le risposte giuste. Voi costituite il fulcro di una mia ricerca personale che con il tempo ho intrapreso e che sto portando avanti. Io vi porterò con me in questo mondo speciale che nel 2020 avrà una nuova veste. Continuate a seguirmi nel corso del prossimo anno e non abbiate timore di scrivermi, un consiglio potrò elargirlo sempre. BUONE FESTE.

Sotto il video ufficiale con la prima apparizione di Gaetano Ricotta: Gaetano Ricotta apre il 2020 (VIDEO) a tutti i suoi fans

Il celebre Gaetano Ricotta parla ai suoi fans

Fotografo 2019: Recensioni sugli autori della rivista di Palma di Montechiaro

Giorno 16 Novembre 2019 si è concluso il master Fotografo 2019 con il lancio della rivista nell’aula consiliare del Palazzo Comunale di Palma di Montechiaro. Il progetto della Cineworldcorporation di Canicattì è ormai giunto alla sua 6° edizione, approdando nella città del Gattopardo con una nuova missione da svolgere: la realizzazione di una rivista cartacea, in grado di raccontare le bellezze del territorio palmese e il percorso didattico dell’intero progetto con alcuni speciali su personaggi dello staff ed extra. Il progetto è stato ideato dal presidente Livio Facciponte con l’aiuto del direttore tecnico Carmelo Mulone. Il docente del progetto è stato Francesco Signorino, che con grande devozione ha istruito gli allievi alle arti grafiche fino alla costruzione della magazine. Colui che si è occupato della recensione è stato il professore Aldo Cammalleri, che ci ha fornito la documentazione sul lavoro svolto, sia dal punto di vista artistico che dal punto di vista dell’impaginazione. Le tappe del master fotografico sono state 5 e sono state determinate da dei workshop che hanno portato i fotografi a percorrere alcune delle più importanti tappe del mondo fotografico.

Partendo da sinistra: Gaetano Ricotta, Giuseppe D’Orsi, Francesco Signorino, Aldo Cammalleri, Livio Facciponte

DESCRIVIAMO VELOCEMENTE I WORKSHOP DEL MASTER: 

  1.  Workshop sullo STILL LIFE che consiste nella fotografia di oggetti vari. In questa prova va affrontato il set fotografico, con l’impostazione delle luci. Questo genere è molto ambito nel settore commerciale e a fini artistici;
  2. Workshop sul PAESAGGIO che consiste nell’apprendere le tecniche per fotografare un paesaggio con le varie angolazioni. Il paesaggio che è stato preso in esame è il castello di Palma di Montechiaro che racchiude la Madonnina del castello e difendeva la città dai pirati;
  3. Workshop FANTASY che consiste nella simulazione di una storia o di una scena ritraente un fatto storico o inventato. Questa prova ha avuto come soggetto la storia dei Tomasi di Lampedusa trattata dal romanzo “Il Gattopardo”. E’ stato realizzato dallo scenografo Lillo Locastello, con l’aiuto del fratello Giovanni Locastello all’interno di Palazzo Ducale di Palma di Montechiaro con l’interpretazione della modella Alessia Guttadauro La Blasca e Gaetano Ricotta (vicepresidente dell’associazione Cineworld);
  4. Workshop sul RITRATTO ideato dalla Makeup artist Gaia Lo Celso che ha avuto come soggetto la rivisitazione della donna, libera dall’oppressione dell’aspetto conservatore della sicilia. Anche questo è stato interpretato dalla modella Alessia Guttadauro La Blasca all’interno dei locali di Palazzo Ducale;
  5. Workshop sullo STREET ideato dallo stylist Alfio Abbodino. Questa prova consiste nel ritrarre un soggetto che ha rappresentato la femminilità della donna sicula in continua trasformazione etica e formale;

I servizi sono stati realizzati dai fotografi partecipanti al master, associati ad altri servizi e interviste realizzate dal presidente Livio Facciponte con l’apporto documentaristico di Carmelo Mulone grazie alla banca dati dell’archivio giornalistico provenienti da questo blog giornalistico. Adesso riporteremo le recensioni di Aldo Cammalleri sulla Magazine. Cammalleri ha deciso di recensire gli alunni, estrapolando una sintesi prodotta dai loro servizi e ha cercato di descriverne lo stile e la tendenza fotografica che caratterizza la così detta “firma dell’autore”.

FATIMA SCIARROTTA: Fatima è una fotografa di Palma di Montechiaro che possiede un forte senso dell’umorismo. Descrive la sua filosofia in tre semplici parole: Insegui, Raggiungi e Conquista. Fatima ha un’animo estremamente romantico, quasi a ricordare i romanzi ispirati alle storie d’amore del tardo 700. L’impronta potrebbe anche essere tinta di un’aspetto quasi platonico. Le sue Fotografie sono caratterizzate da delle soffici sfumature, basati su dei colori molto morbidi, quasi riposanti, che portano il lettore a visionare le sue opere con molto relax. Le tonalità che ha usato riposano l’occhio e sono caratterizzate da una base senza contrasti che spinge le immagini verso un continuo rosso tenue. Lo si può vedere anche negli sfondi in cui sono state sovrapposte le fotografie assieme ai caratteri utilizzati per le scritte assomiglianti ai colpi di calamaio di una volta. Fatima Sciarrotta è stata descritta come la romantica del gruppo nonostante questa sua vena artistica vada in contrasto con il suo carattere molto acceso ed egocentrico, quasi auto ironico, spezzando il ghiaccio tra lei e il suo interlocutore. A seguire le anteprime dei servizi realizzati per la rivista con la foto dell’artista in questione;

Servizi di Fatima Sciarrotta

DAVIDE IACONO: Davide è un’artista agrigentino molto poliedrico, poichè, oltre alla passione della fotografia, nelle sue vene scorre la verve del cantante lirico. Come nel suo genere musicale, il suo stile fotografico, è caratterizzato da dei forti sbalzi di tono. Davide ricerca delle vere e proprie atmosfere fotografiche, cercando di risaltare l’ambientazione fotografica. In lui vive una contrapposizione, poichè nonostante la sua passione per il glamour, sembra avere una forte predisposizione per le scenografie ambientate. Le sfumature con colori molto scuri caratterizzano la sua impronta. I servizi che abbiamo rilevato sono l’esaltazione delle azioni e non dei soggetti, infatti le scene rappresentate richiamano molto la narrazione cinematografica che ha avuto la massima espressione sul servizio dedicato al Gattopardo, con la precisazione: UNA NOTTE DA GATTOPARDO che richiama la cornice entro il quale ha voluto inserire le proprie narrazioni.

Servizi di Davide Iacono

DANIELA PALERMO: Daniela di Palma di Montechiaro è una giovane neofita alla scoperta del mondo fotografico. L’artista possiede un’animo glamour molto contrastato e marcato allo stesso tempo. Le sue immagini molto pittoriche ritraggono uno stile molto moderno con dei colori vivi e marcati da una vividezza molto personale. Daniela è una ritrattista, poichè l’elemento che risalta è il viso abbinato alla postura. E’ la postura la caratteristica di diversità e la si può notare dalle pose rette e scandite dei vari soggetti. La somiglianza al carattere dell’artista si può delineare da un’altro attento aspetto, sarebbe a dire quello che i soggetti da lei ritratti, ripropongono le stesse pose che caratterizzano la postura dell’artista stessa. Altro elemento che subito salta all’occhio è la passione per il rosso. Il rosso rappresenta uno dei punti focali della foto di Daniela, che spesso viene marcato da sovrapposizioni di colore su una base bianco e nera. L’artista ha un forte legame con i particolari e lo si può evincere dalle immagini che ne ritraggono sempre uno. In questo caso le rose sono state la base della sua opera foto/narrativa. 

Servizi di Daniela Palermo

ALESSANDRO STRAZZANTI: Alessandro di Palma di Montechiaro è stato un fotografo molto difficile da scoprire a causa del suo animo estremamente introverso. Una chiusura combattuta da una forte espressione mimica facciale. Alessandro è un paparazzo molto scolpito dai gesti dei personaggi che ama ritrarre. I suoi soggetti sono nascosti da un’alone di mistero che viene interrotto da una violenza gestuale. Dalle foto si può vedere che non ama le pose ne le rappresentazioni figurate. La costruzione viene bandita a causa della sua forte attenzione sui momenti di inconsapevolezza dei soggetti da lui ritratti. I colori utilizzati dall’artista sono molto secchi con delle tonalità calde. Le imperfezioni diventano l’ago della bilancia del suo metro di valutazione, infatti, costituiscono il punto focale delle sue fotografie. Il suo talento potrebbe anche misurarsi con la street photography che potrebbe essere un genere a lui molto consono, dato dal fatto che ama immortalare quello che spesso non viene marcato, cioè, gli attimi in cui le persone non si sentono osservate diventando inconsapevoli dei loro gesti.

Servizi di Alessandro Strazzanti

DIEGO LO VERME: Diego è un fotografo Canicattinese, che approda nel mondo della fotografia con la paesaggistica e con la macro fotografia. La sua ricerca del particolare è chiaramente visibile nel secondo workshop in cui ha  illustrato la struttura del castello di Palma di Montechiaro. L’artista è caratterizzato dalle temperature di colore calde con un certo amore verso i chiaro scuri. Le sue fotografie ritraggono sempre degli scenari in cui tende a completarsi un’azione. Il movimento è la determinazione cruciale del punto prospettico scelto da Diego. Un movimento che non ha mai una fine specifica e che continua sempre con la foto da qualsiasi punto essa venga osservata. Le proporzioni utilizzate definiscono sempre il rapporto metrico tra il soggetto e il paesaggio in cui esso si colloca. La cornice in cui le foto vengono sempre riportate da Diego, presenta dei tagli netti delimitati a delle forme paesaggistiche geometriche. Sono i particolari esterni della foto stessa a fare da cornice al protagonista ritratto all’interno dell’ambientazione fotografica.

Servizi di Diego Lo Verme

JESSICA CACCIATO: Jessica è una fotografa Canicattinese proveniente da un percorso di post produzione matrimonialista. Il talento per l’illustrazione delle atmosfere da cerimonia esce fuori da tutte le sue illustrazioni. Le atmosfere della Cacciato sono sempre baciate da un bagliore molto chiaro che rende le immagini soffici con delle atmosfere quasi paradisiache. La luce molto chiara illumina il suo amore per il ritratto molto stretto, da paragonarsi ad un primissimo piano americano. Le espressioni che Jessica ha suggerito ai suoi modelli sono sempre contornate da un’esaltazione della goduria e della pace psico fisica. I suoi soggetti presentano delle sfumatura e delle sfocature ai contorni dell’immagine stessa che trasformano l’intera composizione nell’immaginazione della stessa con un leggerissimo effetto ghost. Le sue immagini fluttuano in una bolla di luce che le illumina a tutto tondo risaltandone la bellezza assoluta.

Servizi di Jessica Cacciato

CRISTIANO AGOZZINO: Cristiano è un promettente fotografo Agrigentino che ha deciso di sposare la fotografia glamour. La passione per i lineamenti corporei  è molto marcata dai contrasti che esso attribuisce ad essi. La ricerca del giovane fotografo è basata sull’espressione della femminilità, nelle sue ombre e nelle sue parti più prorompenti. Grazie a Cristiano l’esposizione del corpo diventa un continuo bilanciarsi tra le curve che esso presenta e il modo in cui la luce le attraversa. Anche i soggetti da lui ritratti, vengono continuamente spinti ad esprimere uno star bene con il proprio corpo. Nel glamour, spesso, si tende sempre ad accendere le sfumature e a rendere i corpi precisi, mentre Agozzino tende sempre ad oscurarli risaltando la penombra che essi producono a contatto con la luce. Il ritratto ambientato è la sua massima espressione fotografica.

Servizi di Cristiano Agozzino

LUISIANA CONTI: Luisiana è una giovane fotografa di Palma di Montechiaro che ha deciso di dedicare la sua vita alla danza e alla comunicazione corporea. Naturalmente le sue foto ne risentono parecchio, in positivo, poichè ogni suo ritratto presenta un chiaro movimento corporeo che tende ad essere l’elemento di comunicazione tra la foto e il lettore. Le sue composizioni sono di stampo coreografico, infatti lo si può vedere dalla postura che viene proposta in ogni singolo scatto che è così accentuata da togliere il ruolo di protagonista al volto. La musicalità dei suoi soggetti la porta ad utilizzare tonalità molto accese e cariche di vividezza. Anche i posizionamenti sugli sfondi risultano essere collocati con la stessa frequenza delle note su un pentagramma, una frequenza molto morbida e a tratti violenta. Infatti, in ogni suo mix di foto se ne trova sempre una che risalta in particolar modo accompagnata da uno stesso movimento prospero ad un’invito alla lettura. Luisiana potrebbe diventare una fotografa da scenografie teatrali o da rappresentazioni varie di etica e costume.

Servizi di Luisiana Conti

FRANCESCA LO DESTRO: Francesca è una fotografa di Palma di Montechiaro e si è sempre occupata di ritrattistica. La sicilianità fortemente scandita è perennemente visibile in ogni suo ritratto che è sempre avvolto da dei colori molto accesi in un connubio di colorazioni molto cariche di tonalità pastello. Le immagini che essa ritrae hanno anche delle espressioni molto marcate che tendono a sottolineare i lineamenti mediterranei dei suoi soggetti. Anche le luci che utilizzano rispecchiano i contrasti siciliani, dovuti dal fatto che sono molto accese e cariche di tonalità giallognole, simbolo del richiamo della terra. Le espressioni dei soggetti della fotografa sono denze e cariche di femminilità quasi mascolina, una femminilità facilmente reperibile nelle foto degli anni 70 sulla vita all’interno delle famiglie sicule. Francesca è il ritratto di se stessa sulle sue rappresentazioni che sono molto scarse di particolari ma intense di realismo netto e preciso.

Servizi Francesca Lo Destro

SANDRA FICARRA: Sandra è una studente Canicattinese al primo approccio con la fotografia. La ricerca dell’inconsueto è la caratteristica della giovane artista. Sandra ama ritrarre gli aspetti dei soggetti e dei personaggi che vanno in antitesi con la loro impostazione caratteriale. Sandra ama raffigurare i particolari che ne cambiano improvvisamente il senso ultimo dell’espressione. Principalmente presenta un particolare legame con gli occhi dei soggetti da essa ritratti. La sua principale caratteristica è quella di estromettere il dettaglio di un’azione inconsapevole e di un soggetto non collocato al centro della scena ma dietro le quinte della composizione. Sandra potrebbe approdare nel mondo della street photography perchè è in grado di raccontare tutto quello che non viene sottoposto alla giusta attenzione di chi guarda una scena.

Servizio di Sandra Ficarra

Abbiamo citato una parte del contenuto di questa rivista dedicata al territorio di Palma di Montechiaro, consigliandovi di reperirla e di esaminarla attentamente per il suo carattere e per l’originalità che contiene in tutte le sue raffigurazioni. L’assessore Giuseppe D’Orsi è stato il funzionario pubblico che ha creduto su questo progetto e ha deciso di investirci assieme al sindaco Stefano Castellino che lo ha accolto per la seconda volta nella sua città. Giuseppe D’Orsi crede che il suo territorio come tutti i territori della Sicilia dovrebbero investire in queste iniziative, perchè non fanno altro che pubblicizzare i luoghi e le usanze di un popolo denso di storia da raccontare. Oggi la fotografia rappresenta il primo sistema utilizzato dai social per comunicare e per fornire un’immagine della propria vita e di se stessi. Saper utilizzare questo mezzo significa saper gestire la propria comunicazione sapendo raccontare al meglio quello che si vuole comunicare con gli altri. Il master Fotografo 2019 ha concluso la sua 6° edizione con questo meraviglioso lavoro che rimarrà per sempre nella città di Palma di Montechiaro. La Cineworldcorporation è nuovamente a lavoro per la realizzazione di una nuova edizione, che secondo le previsioni dello staff si terrà nell’anno 2020. Per qualsiasi informazione potete contattare lo staff della Cineworldcorporation nell’area contatti di questo sito.

A sinistra Livio Facciponte e Carmelo Mulone

Inizia FOTOGRAFO 2019 a Palma di Montechiaro: Uscirà la rivista sulla città!

La Locandina dell’evento Fotografo 2019

Inizia FOTOGRAFO 2019 a Palma di Montechiaro: Uscirà la rivista sulla città! Il master fotografico dell’Associazione Cineworldcorporation di Canicattì presieduta da Livio Facciponte, autore del progetto, approda per la seconda volta nella città di Palma di Montechiaro. Il lancio del progetto avverrà il 23 settembre, nella sala convegni della biblioteca di Palazzo Ducale, dove sarà presentata la missione che affronteranno i fotografi che hanno aderito al percorso di formazione. Stefano Castellino, sindaco della città, ha già creduto in questo progetto nel 2018 sotto guida dell’allora assessore Alessandra Fiaccabrino, mentre quest’anno è stato Giuseppe D’Orsi a sposare il progetto, ottenendo nuovamente la fiducia del sindaco. D’Orsi ha lottato affinchè, all’interno del progetto, siano stati inseriti nuovi parametri tecnici, nello specifico la realizzazione della rivista fotografica volta a presentare ai visitatori le bellezze territoriali con un tocco di elaborazione scenografica.

Livio Facciponte e Giuseppe D’Orsi

Chi sarà il docente che guiderà il team di fotografi? Francesco Signorino, rinomato fotografo sperimentale, con l’appellativo di RE DEL BIANCO E NERO, condurrà la classe di neofiti a crescere nel loro sogno fotografico, insegnando loro tutte le tecniche utili all’accesso al mondo della fotografia. E’ stato il docente di questo progetto per ben 5 edizioni ed oggi rinnova il suo impegno in questa edizione che è la sesta. Grazie alla sua maestria nelle arti fotografiche, Signorino, originario di Canicattì, ha permesso a quasi 100 allievi, accumulati negli anni della sua docenza, ad operare nel mondo della fotografia nel settore della foto artistica e della foto commerciale.

Francesco Signorino

Francesco Signorino, durante le lezioni e durante i workshop, sarà affiancato da ben 3 assistenti:

Il primo assistente è il fotografo naturalista e paesaggista Carmelo Mulone di Canicattì’. Mulone oltre ad essere assistente del docente, è anche il Direttore Tecnico del progetto, poichè è colui che ha curato la crescita del master dalla fase burocratica alla fase tecnica ed esecutiva.

La seconda assistente è Emilia Lupo che è una fotografa di street. E’ stata l’autrice dell’importazione di questo progetto nella città del Gattopardo.

Il terzo assistente è Claudio Piraneo fotografo sperimentale nel campo della ritrattistica e del model sharing, anche lui precedentemente allievo.

Carmelo Mulone, Claudio Piraneo, Emilia Lupo e Concetta Monteleone

Chi sono i candidati del master Fotografo 2019?

Gli aspiranti fotografi che hanno accettato di prendere parte al sopracitato progetto sono: Davide Iacono di Raffadali, Luisiana Conti di Palma di Montechiaro, Diego Lo Verme di Canicattì, Francesca Lo Destro di Palma di Montechiaro, Sandra Ficarra di Canicattì, Salvo Vinci di Canicattì, Daniela Palermo di Palma Di Montechiaro, Cristiano Agozzino di Agrigento, Jessica Cacciato di Canicattì, Alessandro Strazzanti e Fatima Sciarrotta entrambi di Palma di Montechiaro.

Da chi sarà composto lo staff artistico? 

Lillo Locastello sarà lo scenografo del progetto poichè sarà coordinatore e direttore del workshop denominato UN SALTO NEL PASSATO, in cui verrà coinvolta una modella professionista ad interpretare dei ruoli che richiameranno cenni del passato della città.

Lo stylist del progetto sarà Alfio Abbodino che realizzerà il workshop denominato lo STREET NELLA CITTA’, che consiste in una raffigurazione in chiave moderna di uno sfoggio di stile che avrà come cornice l’antico unito al moderno.

La Make up artist sarà Gaia Lo Celso che si occuperà del workshop chiamato Il RITRATTO, che consiste nella tappa fondamentale che ogni fotografo al fine di riuscire a produrre delle ottime immagini di volti umani.

La relatrice sarà Concetta Monteleone che dirigerà l’organizzazione logistica e presenterà in prima persona gli eventi con le varie comunicazioni stampa.

Il segretario del progetto sarà Salvatore Caico che gestirà i rapporti con la burocrazia della città.

La modella sara Alessia Guttadauro La Blasca. La posatrice professionista palermitana interpreterà tutti i ruoli preposti all’interno dei workshop fotografici e sarà il soggetto di tutte le scenografie ambientate sottoponendosi a tante prove di posa e di interpretazione artistica.

L’azienda che fornirà il materiale per il workshop sull’oggettistica sarà TERRANOVA COLLEZIONE D’ARREDO di Canicattì, che ha già partecipato alla prima edizione fornendo oggetti tipici del territorio siciliano, in qualità di sculture ed opere d’arte richiamanti le tradizioni del passato.

Lillo Locastello scenografo, Alfio Abbodino stylist e Gaia Lo Celso Makeup Artist
Alessia Guttadauro La Blasca modella del Master Fotografo 2019

Quale sarà la missione del master? I fotografi realizzeranno una rivista con le loro immagini. Una rivista che parlerà del territorio di Palma che sarà utile alla divulgazione delle bellezze territoriali della città, con una visione strettamente singola e personale. Ogni fotografo curerà le pagine della rivista sia tramite le proprie immagini sia tramite la propria interpretazione, correlandole di molti cenni storici che saranno gestiti e tramandati dal presidente della pro loco territoriale Salvatore Costantino, che è anche la guida turistica della città. Questo progetto stabilirà un nuovo traguardo per l’associazione Cineworldcorporation di Canicattì che da anni si impegna per la valorizzazione del territorio siciliano e per la crescita culturale di esso. 

Gaetano Ricotta Vice Presidente Ass. Cineworldcorporation di Canicattì

Ci siamo sovraccaricati di lavoro per riuscire a portare questo progetto alla sua sesta edizione. Per noi è un’onore realizzarlo in una città così ella e ricca di carattere, nonostante le fatiche e le problematiche che sono sorte durante il percorso di realizzazione. Noi amiamo quello che facciamo e siamo decisi a trasformarlo sempre in realtà concrete e tangibili. Mi auguro che tutto possa andare per il meglio, ma di tante certezze solo in una possiamo contare, cioè la sicurezza che daremo il massimo sia per i candidati fotografi che per l’amministrazione di Palma di Montechiaro che ci ha dato fiducia. Sono sicuro che questo progetto lascerà il segno.

Gaetano Ricotta Vice Presidente dell’associazione Cineworldcorporation di Canicattì

Suicidio a Canicattì: Il Carabiniere Giuseppe Terrana

Suicidio a Canicattì: Il Carabiniere Giuseppe Terrana . Nel cuore della notte, a Canicattì dentro la caserma dei carabinieri, si è consumata una terribile tragedia. Si è suicidato il carabiniere Giuseppe Terrana. I motivi per cui Terrana ha commesso questo triste gesto non sono ancora noti ma di certo la sua morte ha avuto un enorme risonanza tra i colleghi, gli amici della provincia in cui operava e la famiglia. Viveva a Sommatino, sposato con la moglie Ilenia Di Prima, era padre di ben quattro figli. C’è una grande riservatezza sulle motivazioni che possono aver spinto all’estremo gesto questo figlio dell’arma. L’unica notizia che ci è pervenuta è quella che aveva avuto alcuni problemi di salute in particolar modo ad un braccio e aveva vissuto parecchie situazioni cliniche che avevano richiesto numerosi interventi chirurgici.

Fotografia del deceduto Giuseppe Terrana

Giuseppe Terrana era una persona con un grande carisma con un grande amore per lo sport e per le attività sociali, non a caso era sempre circondato da giovani e da numerosi amici che lo accompagnavo nelle sue passioni che andavano dal motociclismo al calcio.
A Sommatino era molto conosciuto ed apprezzato, oltre per le sue qualità professionali, per la forte carica di umanità che contraddistingueva i suoi modi. Una triste tragedia che segnerà le città di Canicattì e Sommatino in coincidenza con la chiusura di un 2018 ricco di parecchie situazioni che dovranno portare ogni singolo cittadino a riflettere sulla propria vita e sul giusto modo di apprezzarla. Il nostro staff si associa al dolore dei colleghi e della famiglia facendo formalmente le condoglianze.

La morte di Marchionne: Nessun dubbio?

La morte di Marchionne: Nessun dubbio? A questa domanda non penso che ci sia una risposta precisa, perchè analizzando la storia dei fatti sulla morte del Manager del gruppo FCA, di dubbi ne sono sorti parecchi sia per motivi di tempismo che per l’evoluzione di vari eventi in così poco tempo. Sergio Marchionne, paragonato dal presidente americano Donald Trump al grande Henry Ford, è scomparso il 25/07/2018 per un presunto arresto cardiaco. Si pensava che la causa fosse stata un tumore ai polmoni, data la sua passione per il fumo, ma la famiglia ha smentito il seguente fatto. Marchionne è stato ricoverato al Universitatsspital di Zurigo il 28/06/2018 mentre l’annuncio che non poteva più svolgere il proprio lavoro è stato dato Venerdì 20/07/2018. Il giorno dopo dell’annuncio sono stati tempestivamente convocati di urgenza i C.D.A. del gruppo Ferrari, del gruppo F.C.A. e del gruppo C.N.H. industrial. Nello stesso giorno della convocazione dei seguenti C.D.A. sono state formalizzate le successioni di cariche tra cui spicca la figura di John Elkann che è diventato il nuovo presidente Ferrari, mentre il nuovo amministratore delegato del gruppo F.C.A. è Michael Manley che era già il responsabile del brand Jeep. Raccontata l’evoluzione dei fatti adesso poniamoci 5 domande a cui potremmo vagamente dare delle risposte:

  1. Come è possibile che nessuno era al corrente della malattia di Sergio Marchionne, essendo un personaggio molto conosciuto e seguito dai media di tutto il mondo?
  2. Perchè John Elkann il 20/07/2018 ha annunciato con estrema sicurezza che il Marchionne non sarebbe più tornato al suo lavoro?
  3. Per convocare un C.D.A. così numeroso di un gruppo così vasto ci vuole più di un giorno, come è stato possibile realizzarlo di Sabato poche ore dopo l’annuncio? E come è stato possibile sostituirlo in seduta stessa?
  4. I nomi dei successori a Marchionne erano già pronti? E già assodato a prima riunione chi doveva essere?
  5. Perchè i titoli in borsa hanno chiuso in ribasso il giorno dell’annuncio di Elkann che non poteva più scendere a lavorare?

E’ chiaro che la successione dei fatti è stata eccessivamente rapida e quasi premeditata. Tre consigli di amministrazione non possono mai essere convocati nello stesso giorno con tutti i soci presenti e ancora più improbabile è il fatto di prendere certe decisioni come la sostituzione di una figura così importante in poche ore avendo nulla di programmato e pianificato. Si pensa dai nostri calcoli e dai vari rumors sul web che il manager del gruppo F.C.A. era stato messo già da tempo nella black list dei vertici F.C.A. Si pensa che era già stato tutto pianificato poichè il defunto manager dal pullover nero ero scomodo per molti, nonostante avesse portato il destino della Fiat ad un futuro prospero. Sulla morte si pensa che era già sopravvenuta parecchi giorni prima dell’annuncio ufficiale per determinare cariche ed evitare problematiche inerenti ad azioni speculative di borsa. Sarebbe bello scoprire la verità su questo fatto, ma di certo si intuisce che di verità non si parlerà mai. Noi non abbiamo alcuna sfera magica che possa svelarci i fatti reali ma invitiamo i nostri lettori a usare il cervello.

Fotografo 2018: si apre la mostra a palazzo ducale

Sabato 23 giugno, presso i locali di palazzo Ducale a Palma di Montechiaro, alle ore 21.15 si aprirà al pubblico la mostra fotografica del master “Fotografo 2018”. Il progetto dell’associazione Cineworldcorporation di Canicattì diretto dal presidente Livio Facciponte e coordinato da Carmelo Mulone, aprirà un nuovo scenario culturale per valorizzare le opere e le tradizioni della nostra terra. I docenti Francesco Signorino e Diego Scaglione hanno accompagnato per più di un mese una classe di 15 fotografi nell’affascinante mondo della ricerca fotografica, insegnando loro le tecniche essenziali per il corretto esercizio di una brillante attività lavorativa. Durante la serata, in cui prenderanno parte le autorità, verranno recensite le foto in una conferenza stampa ove saranno effettuati degli interventi culturali da parte dell’intero staff, dei docenti e di alcuni ospiti come il fotografo Gioacchino Amico. Gli allievi hanno avuto modo di sperimentarsi a 360° grazie al fatto che sono stati protagonisti di ben 6 workshop in cui sono stati realizzati veri e propri set scenografici ricchi di tematiche di ogni genere. Il primo workshop è stato realizzato in studio con le sculture del celebre artista Michele Giardina di Canicattì che si è messo a disposizione dei fotografi emergenti. Il secondo workshop, secondo indicazioni dell’assessore Alessandra Fiaccabrino, è stato realizzato al Calvario di Palma di Montechiaro, avente come tema la valorizzazione dello stesso. Il terzo workshop è stato realizzato dallo stylist Alfio Abbodino che ha avuto come tema lo Show Fashion nelle stanze di palazzo Ducale grazie all’interpretazione artistica della modella Chiara Panno collaborata dalla make-up artist Gaia Lo Celso. Il quarto ed il quinto workshop sono stati realizzati dallo scenografo Lillo Locastello che è riuscito a dar vita a delle scenografie surreali aventi come tema centrale gli ambienti  del burlesco americano del XIX secolo e un Fantasy ispirato alle sirene dei mari. Il sesto ed ultimo workshop è stato realizzato dagli alunni senza l’assistenza dei docenti e dello staff avendo come tema delle proprie foto le tradizioni della sicilia. La relatrice dell’intero corso è stata Ilary Ponticello che si è occupata dell’organizzazione degli appuntamenti e dei gruppi di lavoro con estrema maestria e accortezza. I fotografi che esporranno le loro opere per la mostra finale saranno i seguenti: Emilia Lupo, Carmelinda Lupo, Catia Bonello, Francesca Lo Destro, Angelo Tondo, Noemi Canta, Marilena Scerra, Andrea Chiarelli, Nastia Biondi, Eugenio Grosso, Federica Trupia, Giuseppe Lo Brutto, Giampiero Carusotto e Salvatore Piritore. Tutti questi ragazzi costituiscono un gruppo artistico nascente per il panorama regionale della fotografia e anche loro uniti nel loro progetto hanno contribuito all’unico scopo per cui è nata la Cineworldcorporation di Canicattì, ovvero quello di valorizzare ciò che di bello è presente nel territorio di Palma di Montechiaro e dell’intera Sicilia. Finalmente possiamo comunicare la seguente…Fotografo 2018: si apre la mostra a palazzo ducale .