massimo impavido pistolesi

Fotografia: come rendere nitide le foto

Fotografia: come rendere nitide le foto. La nitidezza in fotografia, è la caratteristica che serve ad evidenziare il soggetto e i dettagli che compongono l’immagine, mettendoli completamente a fuoco. E’ un particolare al quale si ci abitua e si evidenzia dopo un’attenta osservazione. Ottenere una foto nitida è fonte di studio sia per i fotografi neofiti che per gli esperti. Questo perchè rendere la foto nitida significa aumentarne la qualità del prodotto realizzato. Dare più nitidezza alla fotografia è uno studio approfondito delle diverse tecniche di scatto e contestualmente, uno studio dei mezzi a che si hanno a disposizione. Di seguito vediamo quali.

Ottenere più nitidezza usando la propria reflex e le attrezzature. Esistono diversi modi per ottenere più chiarezza:

  • Apertura del diaframma. E’ da precisare che gli obiettivi sono diversi tra loro. Però, per ottenere una buona nitidezza dell’immagine, occorre chiudere il diaframma. Generalmente bisogna chiudere il diaframma vicino a valori intermedi, compresi tra f/6.3 ed f/11, in funzione dello scatto che si vuole realizzare. Pertanto le immagini risultano essere più nitide solo ad un’apertura specifica. Ovviamente, ci sono dei casi dove l’apertura può essere superiore. Di norma, si ottiene una peggiore nitidezza nell’apertura massima o minima dell’obiettivo stesso. Ovviamente è necessario diverse prove di scatto per trovare la migliore limpidezza dell’immagine.
  • Autofocus a punto singolo. Generalmente, la maggior parte delle reflex, mantengono la maggior parte della scena nitida. Con l’autofocus a punto singolo, viene messo a fuoco un solo punto (scelta variabile in base al tipo di scatto di realizzare). Questa modalità consente di rendere più visibile il soggetto principale.
  • Impostazione dell’ISO. Più alti sono i valori dell’ISO, più alto è il rischio di creare rumore nell’immagine. Pertanto si consiglia di fotografare con valori di ISO compresi tra 100 e 200 prendendo in considerazione il tempo di scatto e l’apertura del diaframma, in base al tipo di scatto da realizzare.
Fotografia: come rendere nitide le foto
Fotografia di Massimo Impavido Pistoiesi.
  • Obiettivi. E’ consigliato investire sulle ottiche fisse che variano in base al genere fotografico. 
  • Rimozione dei filtri dall’obiettivo.
  • Uso dello schermo LCD. Con la fotografia digitale, ad esempio è molto più facile verificare se una foto è chiara o meno. Infatti, dopo lo scatto, è consigliato di controllare, ingrandendo l’immagine, se essa è nitida o meno. In caso di errore, è possibile riprovare fino al conseguimento del risultato.
  • Stabilizzazione dell’immagine, nel caso in cui si usa il treppiede.
  • Utilizzo del treppiede. Con tempi di esposizione lunghi, l’uso del treppiede è perfetto. Riduce la presenza del micro-mosso, guadagnando in chiarezza. In questo caso, si consiglia di disattivare “la riduzione delle vibrazioni”. Se attiva, evidenzia i micro-movimenti della fotocamera che servono a compensare le vibrazioni. Ma scattando con il treppiede, non esistono vibrazioni da equilibrare.
  • Autoscatto o comando a distanza remoto.
  • Modalità “burst” o multi-scatto
Fotografia: come rendere nitide le foto
Fotografia di Cristiano Biagioni.
  • Maschera di contrasto. Consiste nell’aumentare il contrasto lungo i bordi dell’immagine, creando una separazione tra gli oggetti, dando a sua volta, l’impressione di un’immagine più nitida.
  • Blocco dello specchio (Mirror Lock Up o Exposure Delay), che consente di bloccare lo specchio che si muove quando si preme il pulsante di scatto. In questo caso, il pulsante va premuto due volte: la prima volta per sollevare lo specchio, la seconda volta per scattare. Nel caso si scatti con lo schermo, per meglio dire Live View, lo specchio è già sollevato. 
  • Uso di Photoshop. 
Fotografia: come rendere nitide le foto
Fotografia di Lorenzo Tallarita.

Fotografia: come rendere nitide le foto. La fotografia è dedizione, è fonte di studio, è sperimentazione. Per ottenere il migliore dei risultati, occorre non fermarsi ma restare ad osservare per mettere in chiaro ciò che si osserva. 

L’immagine di copertina è stata realizzata dal fotografo Massimo Impavido Pistoiesi.

4 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.