Crollata una palazzina, nel cuore della notte, a Delia (VIDEO)

Crollata una palazzina, nel cuore della notte, a Delia (VIDEO). Il fatto è avvenuto intorno alle ore 21:00 circa di questa sera, nella Via Armando Diaz, la via principale del piccolo comune. La fortuna ha voluto che il crollo sia avvenuto in una fascia oraria in cui la strada non è molto trafficata, sfiorando una tragedia. 

Cosa è successo nello  specifico? Dalle prime informazioni raccolte, l’abitazione risulta essere disabitata da tempo. La causa del crollo è ancora in fase di accertamento ma alcune fonti rivelano che la palazzina, in completo stato di abbandono, rischiava da diverso tempo di crollare. Da ciò, si presuppone che la causa sia dovuto ad un cedimento strutturale, riversando i detriti sulla Via Armando Diaz, l’arteria principale che unisce il comune di Delia con la città di Canicatti ed il comune di Sommatino. Fortunatamente, non risultano esserci ne feriti ne ulteriori danni ad altre strutture adiacenti. Sul luogo sono intervenuti tempestivamente i Carabinieri, I Vigili del fuoco e i tecnici dell’enel, per ripristinare nel più breve tempo possibile, la viabilità dell’arteria. 

Quella di stasera, è stata una tragedia sfiorata perchè si può benissimo immaginare cosa sarebbe successo se l’abitazione fosse crollata in pieno giorno, durante il quale la Via Diaz risulta essere molto trafficata. Adesso vi lasciamo alle immagini del Video.

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto, noto fotografo del territorio siciliano che, con il suo servizio fotografico, vuole rendere un ulteriore omaggio alla bellezza di questo sito paesaggistico. Un litorale dalla storia millenaria, che prende il suo nome ai tempi dei corsari saraceni (denominati negativamente con il nome di Turchi) poichè saccheggiavano i villaggi adiacenti alla scalinata bianca. Un luogo che il tempo, con le sue erosioni e le sue piogge, ha reso unico, costruendo una vera e propria scala dalle linee tondeggianti, caratterizzato dalla marna bianca (roccia sedimentaria di natura calcarea ed argillosa). Caratteristiche che nel corso del tempo, hanno reso la spiaggia di Realmonte così famosa a tal punto di essere decantata in era più recente, dallo scrittore Camilleri e da registi come Tornatore e Pif ed essere oggi uno dei poli turistici più invidiati al mondo. Ma è pur vero che, come è facile da evidenziare nel reportage realizzato dal Lo Brutto, non esiste un’adeguata sorveglianza che monitori il litorale, tanto da considerare la Scala dei Turchi come un luogo accessibile a tutti ma che non è di nessuno.

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto

Perchè la Scala dei Turchi è da considerarsi “di tutti e di nessuno”! Prima di spiegare il perchè questa spiaggia sia di tutti e nessuno, occorre fare una piccola premessa. La Scala dei Turchi, conosciuta in tutto il mondo e candidata come patrimonio dell’ Unesco, nella notte tra il 7 e l’8 Gennaio 2022, è stata oggetto di un atto vandalico che ne ha deturpato il suo aspetto. Le immagini di questo vile gesto, hanno fatto il giro del mondo, scaturendo scalpore e sdegno. Oggi, grazie al duro lavoro di un gruppo volontari, la marna bianca che la costituisce, è tornata ad essere nel suo massimo splendore, evidenziando la bellezza di un sito paesaggistico così invidiato da molti. Una terra bellissima, che di fatto è la terra di tutti e di nessuno

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto

Definendo la Scala dei Turchi come la terra di tutti e di nessuno, occorre fare qualche piccolo passo indietro. Quasi due anni fa, la procura di Agrigento, a causa di alcuni cedimenti della zona, con evidenti rischi di incolumità delle persone, ha aperto un’inchiesta nei confronti del Sig. Ferdinando Sciabarrà, proprietario di alcune particelle catastali della stessa spiaggia, sequestrandola. Un’inchiesta aperta dal procuratore Luigi Patronaggio nella quale sono stati ipotizzati i reati di occupazione di suolo demaniale, violazione di sicurezza e tutela dei beni ambientali. Durante il contenzioso, il proprietario ha dichiarato di cedere il bene a patto che la spiaggia diventi una riserva naturale. Un’altra fonte, ha ipotizzato che il sito venga acquistato direttamente dalla Regione Sicilia, tutelandola per la sua salvaguardia. Dopo la richiesta di una super perizia da parte del Gip, è stato verificato che il litorale posto a sequestro, risulti essere in parte proprietà del Sig. Sciabarrà, a cui è stata restituita la legittima zona, mentre la restante parte del costone, sembra che sia stata restituita alla Regione Siciliana. Oggi, la Scala dei Turchi risulta essere “di tutti e di nessuno” per via di una proprietà mal divisa, per la quale sono state emesse diverse ordinanze, ai fini della sicurezza, difficilmente applicabili, facilitando qualsiasi forma di fenomeni vandalici.

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto
Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto

Cosa vuole trasmetterci Giuseppe Lo Brutto, autore di questo servizio fotografico? Il territorio siciliano ha dei paesaggi che tutto il mondo ci invidia. La Scala dei Turchi è uno di questi che, come tanti altri, deve essere preservato. Dopo il fatto accaduto nei giorni scorsi, riportato alla sua brillantezza originaria, grazie al lavoro di alcuni volontari, mi auguro che adesso la spiaggia di Realmonte, abbia le dovute misure di sicurezza e di sorveglianza, al fine di tutelare la presenza di altre gesta vandaliche. Con questo pensiero, il fotografo Giuseppe Lo Brutto, mostra il reportage fotografico sulla marna bianca.

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto
Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto

Scala dei Turchi di tutti e di nessuno! Reportage di Giuseppe Lo Brutto

Scala dei Turchi devastata dai vandali (VIDEO)

Scala dei Turchi devastata dai vandali (VIDEO). La Scala dei Turchi, nota spiaggia della costa agrigentina e famosa in tutto il mondo, nel cuore della notte scorsa, è stata oggetto di atti vandalici. Dai primi accertamenti, la spiaggia di Realmonte è stata deturpata con della polvere da intonaco e con della vernice rossa. Tempestivo è stato l’intervento dei Carabinieri del comune di Realmonte e della città di Agrigento.

Vediamo di capire cosa è successo. La notte scorsa, un atto deplorevole è stato effettuato ai danni della Scala dei turchi, la famosa spiaggia di Realmonte conosciuta in tutto il mondo per il paesaggio che è in grado di offrire e per la sua storia. Da quanto si evince dalle immagini, la marna bianca che ricopre tutta la scala, è stata ricoperta da una coltre di polvere da intonaco e da della vernice rossa, rovinando quella che è una delle spiagge più belle al mondo. Dopo le prime segnalazioni, l’intervento delle forze dell’ordine è stato immediato. Le immagini della video sorveglianza sono già al vaglio della Compagnia dei Carabinieri di Agrigento, guidati dal Maggiore Marco La Rovere. Data la gravità dei fatti, la procura di Agrigento, guidata dal procuratore Luigi Patronaggio, ha avviato un’inchiesta contro ignoti per danneggiamento di beni con valore paesaggistico. Tempestivo è stato anche l’intervento del comune di Realmonte che, con la presenza di numerosi volontari che, muniti di acqua, scope e idropulitrici ( e tanta buona volontà), hanno cominciato a pulire la marna bianca, cercando di portare la situazione alla normalità.

Nel Video che potete vedere, trovate i nostri inviati Carmelo Mulone e Gaetano Ricotta che hanno voluto rendervi partecipe di un fatto che ha destato sgomento e vergogna, nel panorama nazionale e non solo. Contestualmente viene evidenziato come lavorano senza sosta, i volontari che hanno a cuore la voglia di preservare luoghi belli e suggestivi come la Scala dei Turchi. Le riprese del Video sono state effettuate da Livio Facciponte, mentre le foto sono state realizzate dal fotografo Giuseppe Lo Brutto. Buona Visione.

Cortile occupato dai drogati, in Via Lepanto a Canicattì. Le urla dei residenti (VIDEO)

Cortile occupato dai drogati, in Via Lepanto a Canicattì. Le urla dei residenti (VIDEO). L’ennesima denuncia è stata raccolta per segnalare un fatto molto preoccupante che esiste da diverso tempo nel Cortile Lepanto, nella zona di Borgalino di Canicattì. A farci la segnalazione sono state le famiglie Faldetta e Cassaro che da anni vivono questo disagio, incombendo sulla loro sicurezza e degli abitanti della zona.

Spieghiamo meglio cosa viene denunciato dai residenti. Da diverso tempo, il Cortile Lepanto, in pieno stato di abbandono, è un luogo di rifugio dei drogati e dei senza tetto. Una zona storica di Borgalino, lasciata da più di dieci anni alla mercè di tutti e all’incuria delle intemperie. Un luogo pericolante a rischio dell’incolumità dei residenti stessi e non solo, dove diverso tempo fa sono accaduti anche dei furti. Un punto del quartiere dove è possibile che i bambini possano andare a giocare, rischiando di prendere delle malattie oltre che farsi del male. Inoltre, le evidenti condizioni fatiscenti di tutto lo stabile è a rischio di crollo, immaginando cosa possa succedere nella peggiore delle ipotesi. 

La disperazione delle famiglie Faldetta e Cassaro, è arrivata ai limiti della sopportazione, costrette a vivere nella paura e letteralmente chiusi in casa, per una propria sicurezza personale. Nel servizio che abbiamo girato, siamo stati accompagnati dal Sig. Gioacchino Faldetta, dalla Sig.ra Giannalisa Tuttolomondo e dal Sig. Carlo Cassaro che ci hanno mostrato le condizioni che sono costretti a vivere ogni giorno. Queste sono le urla di chi è stanco di non essere ascoltato. Adesso vi lasciamo alle immagini  delle Video. 

Canicattì: maxi incidente di fine anno(FOTO)

Canicattì: maxi incidente di fine anno(FOTO) A circa un’ora dallo scoccare della mezzanotte, un incidente tra due auto è accaduto questa notte a Canicattì. L’impatto è stato violento ed ha coinvolto due autovetture. Il sinistro si è verificato all’altezza dell’incrocio  tra Via Inghilterra e Via Ungheria, due perpendicolari della trafficatissima Viale Carlo Alberto. 

Cerchiamo di capire cosa sia accaduto nello specifico. Dalle prime informazioni pervenuteci ma è ancora tutto in fase di accertamento, le vetture coinvolte sono una Lancia Y, gravemente danneggiata ed una Fiat Punto che, come si può vedere dalle foto, dopo lo scontro con l’altra vettura, si è riversata su un fianco. Per gli occupanti delle due vetture lo spavento è stato enorme. Per quanto riguarda le loro condizioni, ancora non ci sono pervenute comunicazioni ma in ogni caso, l’intervento dei soccorsi è stato tempestivo. 

Quali potrebbero essere state le cause dell’incidente? Le cause dell’incidente potrebbero essere diverse, tutt’ora in fase di accertamento. Da ciò che si evince dalle foto, i danni subiti alle auto farebbero presupporre che il motivo dello scontro sia stata l’elevata velocità, trascurando così la presenza dell’incrocio e dei relativi stop. Oltre a ciò, potrebbe esservi (ma non vi è dato certezza saperlo) che, la causa, possa essere stato un eccesso di alcool, scaturito probabilmente dall’arrivo imminente del festeggiamento del nuovo anno.

A prescindere quale sia la causa che ha causato questo maxi incidente, per un dovere civico e morale, negli obblighi di tutelare se stessi e gli altri, è doveroso evitare in qualsiasi condizione, eccedere con la velocità, soprattutto nei centri abitati, dove il pericolo è dietro l’angolo. E in ogni caso, non bisogna mai eccedere con l’alcool perchè può bastare un attimo affichè un evento piacevole può trasformarsi scaturirsi in eventi terribili.

Canicattì: maxi incidente di fine anno(FOTO)
Canicattì: maxi incidente di fine anno(FOTO)

Canicattì: incidente in Via Senatore Sammartino (FOTO)

Canicattì: incidente autonomo in Via Senatore Sammartino (FOTO). Stamattina, intorno alle ore 7:00, è avvenuto in Via Senatore Sammartino un incidente automobilistico. L’incidente, dai primi accertamenti, sembra che sia avvenuto in via del tutto autonoma, probabilmente a causa del fondo bagnato.

Vediamo di ricostruire quanto sia successo. In Via Senatore Sammartino, all’altezza del negozio di illuminotecnica Sanfert, si è verificato un incidente automobilistico. La vettura coinvolta è una Fiat 500x, guidata da una donna, che nell’impatto ha riportato ingenti danni. Nello scontro, , come si evince dalle foto, è stato divelto un palo della luce. Dai primi accertamenti la causa dell’incidente, del tutto autonomo, sarebbe stato un colpo di sonno. Nella perdita del controllo del mezzo, il veicolo, avrebbe raggiunto una velocità sostenuta, velocità in cui si è scontrata con il palo, distruggendolo e causando ingenti danni alla vettura. La donna, in forte shock, fortunatamente è uscita illesa dal sinistro. I soccorsi sono stati immediati e solo adesso sono terminate le manovre di rimozione del veicolo.  

Gaetano Ricotta contro i vandali del muro della gentilezza (VIDEO)

Gaetano Ricotta contro i vandali del muro della gentilezza (VIDEO). Da quasi un anno, nel comune di Canicattì è stato realizzato il muro della gentilezza. E’ un murales creato come luogo di scambio sociale in cui vengono lasciati gli indumenti dismessi che, invece di essere buttati, vengono lasciati a favore di chi ne ha di bisogno. Ma a distanza di tempo, il muro della gentilezza è stato oggetto di atti di vandalismo.

Attraverso un video di denuncia, Gaetano Ricotta mette in evidenza i gesti vandalici che hanno rovinato il lavoro e le opere di chi vogliono rendere decorosa la città di Canicattì. Uno scempio inaudito che non può passare inosservato ma che deve essere preso come iniziativa al fine di denunciare altri episodi simili, con lo scopo di preservare la cura e la vivibilità della nostra cittadina, per un fattore civico e morale di una città che è il centro nevralgico di molti paesi limitrofi. Di seguito potete vedere il VIDEO.

Esplosione a Palma di Montechiaro: muore una bambina (VIDEO)

Esplosione a Palma di Montechiaro: muore una bambina di 2 anni (VIDEO). A distanza di dieci giorni dalla tragedia di Ravanusa, un’altra esplosione colpisce la provincia di Agrigento. Questa volta la città colpita è Palma di Montechiaro. dove è avvenuta la morte di una bambina di soli due anni a seguito del rogo divampato dentro una palazzina.

Cerchiamo di capire cosa sia successo. Dalle fonti pervenuteci, in un’abitazione ubicata in via S. Giuseppe, a pochi metri dal Monastero delle benedettine, si è verificato un’esplosione provocata dallo scoppio di una stufa a gas. Dalle prime ricostruzioni, in seguito al forte scoppio, si sono diramate le fiamme, causando un terribile incendio propagandosi per tutta la palazzina. Da quanto si evince, la bambina dormiva al secondo piano, mentre i genitori si trovavano al primo piano. Immediatamente hanno cercato di salvare la bimba ma le fiamme troppo alte non lo hanno consentito. Immediato è stato l’intervento delle gazzelle dei carabinieri del comune di Palma di Montechiaro, garantendo l’evacuazione della famiglia. Purtroppo, nonostante il tempestivo intervento, ci è stato comunicato che la bambina è stata rinvenuta priva di vita. Per cercare di spegnere il terribile rogo, sono arrivate sul posto ben quattro squadre dei Vigili del Fuoco di Canicattì. In soccorso sono sopraggiunti pure i militari della Compagnia di Licata, guidati dal Capitano Petrocchi.

Rimaniamo in attesa di ulteriori notizie, cogliendo l’occasione per comunicare alla famiglia, della piccola bambina deceduta, che l’associazione Creaworld di Canicattì porge le più sentite condoglianze. 

Fotoart Italia: Ecco i vincitori di Ottobre, Novembre e Dicembre 2021

In questo articolo di giornale, pubblicheremo le foto più belle che sono state selezionate nei mesi di Ottobre, Novembre e Dicembre 2021 del famoso gruppo Facebook di contenuti fotografici, denominato Fotoart Italia. Dal 2018 ad oggi, espone le immagini di tutti i fotografi che hanno deciso di farne parte. Questo gruppo è un progetto portato avanti dall’associazione Crea World Com di Canicattì ed è nato per valorizzare le opere fotografiche stesse e per incentivare il confronto tra gli artisti pubblicanti. Ad oggi, Fotoart, è una vetrina mondiale perchè, nonostante si chiami “Italia”, è frequentato da iscritti provenienti da tutte le parti del mondo.

BANNER INTERNET FOTOART ITALIA 2020

Come vengono dati i riconoscimenti in Fotoart?

  1.  CONGRATULATIONS indica l’apprezzamento base della fotografia che viene conferito in base al punto di vista di ogni amministratore.
  2. GOLD AWARD indica l’apprezzamento massimo. Al raggiungimento di tre GOLD AWARD, la foto, viene selezionata come foto del mese. 
  3. GOOD WORK è un riconoscimento che gli amministratori si attribuiscono tra di loro per il fatto che essendo i responsabili dl gruppo, in caso di pubblicazione delle loro opere fotografiche, non possono partecipare alle selezioni.

Vi presentiamo i vincitori Di Ottobre, Novembre e Dicembre 2021

Jean Marc Deltombe
Alfonso Failla
Cesare Bracciali
Enrico Raimondo
Fabio Pisciotta 2
Kenny Stappers Mezarina
Luca Bruno
Massimo Impavido Pistolesi
Nicola Vaiana
Ricci Varrica
Angelo Emanuele Parisi
Cristiano Biagioni
Fabio Pisciotta
Libero Iacobelli
Massimo Impavido Pistolesi
Reza Atashak
Massimo Impavido Pistolesi
Ricci Varrica 2
Antonio Treccarichi
Dora Daragics
Giuseppe Lo Brutto
Henk Veldhuizen
Tommaso Latìna
Partha Pratim Bhattacharjee
Romina Gimondo

Thomas de Franzoni

Da chi è amministrato Fotoart Italia?

  1. Livio Facciponte, fotoamatore e presidente della Crea World Com;
  2. Francesco Signorino, docente di fotografia, anch’egli coinvolto nelle iniziative della Crea World;
  3. Lorenza Contrino, modella e  fotografa autodidatta;
  4. Carmelo Mulone socio della Crea World e redattore di questo blog;
  5. Fuad Sarker, fotoreporter da anni. 
  6. Enzo Mongitore, fotoamatore di paesaggistica;
  7. Marco Bertazzoni, fotoamatore di street e paesaggistica;
Livio Facciponte
Fuad Sarker
Francesco Signorino
Enzo Mongitore
Lorenza Contrino
Marco Bertazzoni
Carmelo Mulone

Vuoi Iscriverti A Fotoart Italia?

Sei un Fotografo? Vuoi condividere i tuoi lavori? Vuoi migliorare le tue competenze? Clicca sull’immagine ed iscriviti a Fotoart Italia!

Fotografo 2022: Parte l’ottava edizione a Canicattì

Fotografo 2022 è un master fotografico, prodotto dalla Crea World Com, diretto da Livio Facciponte. Questo progetto, ormai famoso tra gli appassionati di fotografia del territorio, si trova alla sua ottava edizione. La città di Canicattì, per l’ennesima volta, sarà la sede ospitante del progetto e sarà lo sfondo culturale per le ambientazioni che verranno realizzate negli shooting del programma. Questa edizione, come tutte le precedenti, ha un tema: “Flower edition”.

Clicca sull’immagine per iscriverti

Perchè Flower Edition? I fiori sono l’espressione lampante dei colori che la natura possiede nel suo creato. La scelta di adottarli come tema, di questo percorso didattico, è dipesa da due moventi. Il primo è di natura fotografica, non a caso, i fiori, sono gli elementi più utilizzati per qualsiasi scenografia e forniscono un grosso impatto stilistico e grafico. Il secondo motivo, è quello di aiutare la collettività a rispettare l’ecosistema che, in questo momento storico, sta collassando a causa del forte inquinamento e delle sue conseguenze climatiche.

Quali sono gli obiettivi e com’è articolato Fotografo 2022? E’ un master di livello intermedio con l’obiettivo di insegnare, agli appassionati di fotografia, ad utilizzare la strumentazione, ad intraprendere le giuste scelte stilistiche ed a gestire i programmi utili alla realizzazione e alla pubblicazione dei propri progetti fotografici, specialmente sui social. Si inizierà con l’uso della fotocamera, in seguito si procederà alla creazione di diverse ambientazioni, con l’ausilio di una modella professionista, fino al montaggio e alla realizzazione di una magazine fotografica che verrà presentata alla cittadinanza. Il programma comprende 16 lezioni, tra cui 2 lezioni teoriche, una prova in itinere, 8 lezioni a Photoshop e 5 workshop fotografici a tema.

Quali saranno i workshop fotografici?

  1. STILL LIFE dal titolo “My Flowers”: una sessione di scatti in studio, utile all’utilizzo delle luci e all’apprendimento della composizione, sia per scopi commerciali che divulgativi;
  2. PAESAGGIO: è una sessione di scatto realizzata in una location, scelta dalla produzione. Lo scopo è quello di imparare a fotografare i paesaggi, sfruttando al meglio le luci naturali e le loro inclinazioni cromatiche;
  3. RITRATTO IN STUDIO dal titolo “Portrait’s Flower”: è una sessione fotografica in studio con la prestazione di una modella, utile a saper valorizzare le espressioni e i movimenti, in armonia con le luci del set in questione;
  4. RITRATTO AMBIENTATO IN STUDIO dal titolo “The Flowering”: è una sessione fotografica in studio supportata dalla prestazione di una modella. In questa sessione verrà approfondito l’utilizzo delle luci e la scelta del tema al fine di realizzare una storia fotografica con la gestione completa del set e delle strumentazioni di scena;
  5. SESSIONE SCENOGRAFICA IN ESTERNA dal titolo “Madre Natura”: In questo shooting la scenografia è reale e, con la prestazione della modella, verrà realizzata una trama a 360° che simulerà una storia di movimenti ed espressioni con il tema in questione.

Quale sarà la missione finale del progetto? Con il materiale prodotto, verrà realizzata una rivista, che verrà presentata in un evento finale, che verrà distribuita in tutto il territorio, con lo scopo di illustrare l’intero progetto e di esporre le foto prodotte dagli allievi. 

Chi sarà il docente di “Fotografo 2022”? Per l’ennesima volta è stato nuovamente confermato il fotografo Francesco Signorino. E’ specializzato sul glamour e sul nudo artistico, indirizzato alla pubblicazione nelle riviste di body art. Francesco milita nel mondo dell’antico, introducendo elementi fotografici e digitali ricchi di futurismo. Per il fotografo Canicattinese hanno posato più di 100 modelle, prestandosi alla sua continua ricerca sul ritratto innovativo.

Da chi sarà composto lo staff? Livio Facciponte, presidente della Crea World Com e fotografo, sarà il direttore amministrativo che, con il direttore tecnico Carmelo Mulone, coordinerà la programmazione del master. Il docente sarà affiancato dal Fotografo Giuseppe Lo Brutto, che sarà la guida specializzata sulla foto paesaggistica. Emilia Lupo nel ruolo di assistente, che insieme al fotografo Claudio Piraneo, assisteranno la produzione fotografica degli allievi. La direzione della scenografia sarà affidata al noto artista Lillo Locastello, autore di numerosi allestimenti scenici. La coordinatrice progettuale sarà Concetta Monteleone affiancata dal segretario Salvatore Caico. Per la seconda volta, la produzione, ha affidato l’incarico di posatrice alla modella palermitana Alessia Guttadauro La Blasca. Per finire, il trucco sarà affidato alla Make Up Artist Gaia Lo Celso.

Chi può partecipare a “Fotografo 2022”? Possono partecipare tutte le persone, di qualsiasi fascia d’età, che nutrono una passione per la fotografia e che vogliono fare di quest’arte, una professione o il mezzo per esprimersi attraverso la comunicazione artistica sui social. L’unico requisito deve essere quello di avere una preparazione minima in merito all’utilizzo del computer.

Dove verrà effettuato il master? Le lezioni avranno luogo presso i locali dell’associazione Crea World Com di Canicattì, siti in Via Vittorio Emanuele 183/185, dal 01/04/2022 al 21/05/2022, dalle ore 21:00 alle 23:30, tranne i Workshop che verranno effettuati nelle mattinate dei week end.

Come iscriversi? Cliccate sull’immagine sottostante e verrete reindirizzati alla pagina in cui troverete il programma completo, i contatti e il modulo di iscrizione online:

Con queste parole conclude il Vice Presidente Gaetano Ricotta: Un nuovo progetto sta per iniziare, questa volta prodotto dalla Crea World Com. Siamo una culla di cultura e vogliamo, per sempre, imprimere il nostro nome su questo territorio, che ci ha permesso di esprimerci in assoluta libertà e con la massima fiducia verso il nostro operato. Ci aspetta un futuro ricco di colori, perché abbiamo in cantiere nuovi progetti che aggiungeranno valore al nostro nuovo percorso associativo. Fotografo 2022 è solo l’inizio!!!