Fotografo 2022: Un casale antico per un workshop sul paesaggio

Fotografo 2022: concluso il “workshop sul paesaggio” che si è svolto domenica 10/04/2022. La prova del workshop paesaggistico ha avuto luogo in una località totalmente incontaminata ed immersa nel verde, ubicata tra le campagne di Canicattì e Campobello. L’ingresso al sito è stato reso possibile grazie all’intervento del Signor Sena di Canicattì, custode del vecchio podere. Anche per questa occasione, è intervenuto l’assessore allo sport, Giuseppe Corsello, ritenutosi estremamente soddisfatto delle attività che la Creaworldcom svolge da anni sulla valorizzazione  del territorio.

Durante il briefing di apertura,  il presidente Livio Facciponte, con il docente Francesco Signorino e la guida del workshop, Giuseppe Lo Brutto, hanno spiegato ai corsisti, le linee guida della fotografia paesaggistica da mettere in pratica, incaricandoli di evidenziare i punti tipici del paesaggio. “Il paesaggio è un genere fotografico la cui complessità sta nel riuscire a mettere a fuoco l’intero contest, poichè il soggetto in questione può contenere oggetti vicini caratterizzati da un orizzonte dritto”: queste sono le parole con le quali il fotografo Giuseppe Lo Brutto, ha augurato ai corsisti buon lavoro, seguendoli personalmente durante la fase di scatto.

Come si è svolto il Workshop fotografico? Gli aspiranti fotografi, hanno fotografato lavorando sulla profondità di campo (caratteristica della fotografia paesaggistica), interagendo sui diaframmi f chiusi (per ottenere una migliore nitidezza del soggetto).  Per elaborare al meglio gli scatti, i corsisti, sono stati suddivisi in 4 squadre, guidate rispettivamente dal fotografo naturalista Carmelo Mulone (autore del backstage), dal fotografo paesaggista Giuseppe Lo Brutto, dalla relatrice Concetta Monteleone e dal vice presidente Gaetano Ricotta. Durante le tappe, i corsisti, hanno potuto sperimentare anche diverse inquadrature. Successivamente, il set fotografico è stato spostato in prossimità della struttura in modo da mettere in risalto i dettagli architettonici, evidenziando i suoi tratti stilistici, sia interni che esterni, con lo scopo di interagire anche sui valori degli ISO e dei tempi di scatto, creando il giusto contrasto tra luci ed ombre.

Il percorso formativo è ancora lungo e nonostante sia stato svolto meno della metà del programma, il gruppo di cineasti continua ad essere soddisfatto degli obiettivi fino adesso raggiunti. Il workshop paesaggistico, il 2 dei 5 presenti nel calendario didattico, rappresenta il punto cardine del programma in quanto il passo successivo riguarda il lavoro di post-produzione dove i corsisti, potranno mettere “mano” agli scatti realizzati tramite l’utilizzo di Photoshop. Con l’uso di questo programma, si cominciano a definire i primi risultati che presto vedremo pubblicati nel prossimo numero della rivista fotografica, con l’uscita prevista per la fine di maggio. Non resta che augurare ai corsisti e allo staff della CWC un buon proseguimento e alle prossime news di “Fotografo 2022”. Sotto potrete vedere il video realizzato dal presidente Livio Facciponte e dal direttore tecnico Carmelo Mulone:

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.