Fotografia: come fotografare gli occhi?

Fotografia: come fotografare gli occhi? Il “Ritratto” è uno dei generi fotografici più ambiti da realizzare e l’occhio è l’elemento chiave attraverso il quale è possibile realizzare uno scatto d’autore. La messa a fuoco va posta sugli occhi e attraverso questi, l’anima del soggetto parla, trasmettendo tutte le sue emozioni. Nella ritrattistica, nel momento in cui si decide di fotografare solo ed esclusivamente gli occhi, si parla di primissimo piano (PPP) ed in questi casi, è basilare riuscire a trovare la giusta armonia con il soggetto, senza comunicargli che gli occhi saranno l’elemento principale della fotografia. Ciò serve ad evitare che, il vostro modello/a sforzi di mettere in posa il suo sguardo rischiando di compromettere l’effetto naturale del vostro primissimo piano. Lo sguardo del soggetto può essere sia quello di un bambino che di una donna o di un fanciullo e lo scopo della fotografia può essere sia a scopo pubblicitario che artistico. Di seguito, vediamo qualche consiglio per fotografare nel migliore dei modi gli occhi.

Fotografia: come fotografare gli occhi?
Fotografia di Carmen Ebbers.

Che tipo di attrezzatura è consigliato usare? E’ possibile usare un obiettivo grandangolare purchè non si apra al massimo la focale, evitando lo storpiamento dell’immagine stessa. Tuttavia è consigliato utilizzare degli obiettivi con ottica fissa che si dividono in :

  • 105mm per il pieno formato;
  • 35mm per le mezzo formato (APSC)
Fotografia: come fotografare gli occhi?
Fotografia di Gianluigi Bertola.

Un altro obiettivo che può essere usato, per prendere i dettagli, è l’obiettivo macro con un rapporto 1:1 ed una lunghezza focale di almeno 60/105mm. Per evitare il micro mosso, è consigliato di usare il treppiede e, in alternativa, o l’autoscatto della reflex o lo scatto da remoto. E’ anche doveroso sapere che gli occhi, oltre ad essere lo “specchio dell’anima”, sono anche fonte di riflessi. Nell’immagine che viene realizzata, possono riflettersi l’immagine vostra, delle luci e del set fotografico. Per ovviare a questo problema, sarebbe opportuno utilizzare un filtro polarizzatore con il quale è possibile ottenere più contrasto e più saturazione.

Fotografia: come fotografare gli occhi?
Fotografia di Tommaso Latina.

Quali sono le modalità di scatto consigliate? Considerando che per questo genere fotografico è fondamentale l’illuminazione, occorre trovare la giusta quantità di luce per ottenere una foto nitida e qualitativamente alta. Anche la messa a fuoco puntata sugli occhi deve essere perfetta. Per questo motivo, nonostante le moderne macchine fotografiche hanno un ottimo autofocus, è consigliato di effettuare la messa a fuoco manuale, puntandola tra la pupilla e l’iride, possibilmente, con il supporto di un riflettore fotografico che consente di indirizzare più facilmente la luce verso il punto d’interesse. Il Live View, può essere un valido supporto poichè consente di vedere l’intera immagine durante la fase dello scatto. Inoltre, non bisogna dimenticare che per trovare la giusta luce, occorre utilizzare correttamente il diaframma f. Utilizzare un diaframma eccessivamente aperto con un valore pari fino ad f/1.8 (per gli obiettivi fissi), significa far entrare troppa luce, senza riuscire a mettere a fuoco l’intera iride. Viceversa, se si usa un’apertura focale troppo chiusa, con un valore pari ad f/16, si avrà poca luce. Pertanto è consigliato lavorare con dei valori compresi tra f/5.6 ed f/8, con un ISO basso, e tempi di scatto di almeno 1/125, per evitare il micro mosso. Riuscire a ridurre le ombre, consente di risaltare di più i dettagli. Il formato con il quale si consiglia di fotografare è il RAW, per avere una migliore resa dell’immagine e per facilitare le correzioni a Photoshop in fase di Post-Produzione. Anche in questo caso, la propria creatività, ha un ruolo importante, dalla composizione dell’immagine (come è visibile nelle immagini illustrative) e quali tecniche adottare in fase di produzione, come l’uso del bianco e nero.

Fotografia: come fotografare gli occhi?
Fotografia di Luigi Miceli.

Fotografia: come fotografare gli occhi? In ultimo ma non ultimo per importanza, per fotografare gli occhi, se lo scatto non è a scopo pubblicitario e la foto non lo richiede, è meglio ridurre il trucco al minimo o evitarlo totalmente. Infine, affinchè lo scatto sia degno di nota, è opportuno che il soggetto, sia riposato per evitare che possano esserci le occhiaie, rovinando l’immagine desiderata. Questa è una piccola guida per cominciare ad effettuare dei ritratti agli occhi ma anche qui, al fine di raggiungere i propri “obiettivi”, necessita costanza e diverse prove tecniche, per riuscire a fotografare lo sguardo dell’anima. Buona luce.

Fotografia: come fotografare gli occhi?
Fotografia di Giuseppe Lo Brutto.

La fotografia dell’immagine di copertina è stata realizzata dalla fotografa Carmen Ebbers.

9 comments

  1. C & C
    Lo sento e lo so che il tuo affetto per me sono veri per quello che hai fatto e fai per me e per le emozioni che mi trasmetti da sempre. Penso, credo che tu credi ancora che ce la posso fare ma adesso, più che mai, ho bisogno di te. La tua mano che sfiora la mia, stringendola… che accarezza anche la mia guancia, percepire i nostri sguardi che si incrociano e si guardano, di notte e al risveglio, sono pensieri che animano il mio cuore (che è anche tuo) e la mia mente… Con questi dolci pensieri che voglio poter stringere e guardare, ti auguro una dolce notte. Mi metto a letto ma rimango collegato fino a che reggo. Un bacio dove vuoi tu.

  2. Sono sempre sicuro che INSIEME POSSIAMO RIUSCIRE IN TUTTO. Sono sicuro di ciò e bisogna essere positivi e vedere il bicchiede mezzo pieno. Tu sei la mia FORZA MORALE, FISICA e PSICHICA

  3. Questa è la sera più lunga dell’anno e coincide con l’inizio dell’estate in cui si guardano, si osservano le stelle. Io ho la fortuna di avere la stella più luminosa del cielo e questa notte calda d’estate, tra le fresche mura del nostro angolo di paradiso, ho il desiderio di abbracciarla per poter risplendere. Il calore? E’ emanato dalle nostre Essenze che Insieme, irradiano tutto ciò che ci sta intorno.
    Vorrei alzare la serranda e aprire la porta e stringerti in un abbraccio da non lasciarti andare

  4. C & C
    Non lo so se riesci a passare e vorrei che fossi qui e questa notte, quandrò a dormire voglio addormentarmi cosi: io te coricati, tu con indosso la veste di seta nera ed io con la testa, appoggiata sul tuo ventre, in cui intravedo il tuo sorriso e la collana, mentre stringo la tua mano con indosso l’anello, dove ridiamo e siamo semplicemente felici.
    Questo è uno dei momenti della mia vita con te che sono che nella mia mente che vorrei. <3

  5. Mi rendo conto che la mia vita ha senso solo con te, per ciò che hai fatto, che fai per me e per le sensazioni bellissime che giornalmente mi trasmetti, dai sogni, dallo stesso pensiero che mi concilia il sonno allo stesso pensiero che mi fa svegliare, come quello di queste due mattine che se ci penso anocra, non hai idea di come il mio cuore va in fibrillazione. A volte mi sembra di impazzire o forse lo sono o forse sono pazzo di te. Ho solo voglia di abbracciarti e avere una vita normale, con te . <3 <3 <3. Spero che passi. un bacio.

  6. Teso, sono qui… Non sto molto bene oggi però nulla di grave. Ho un mal di testa atroce. Ho preso l’oki e di solito mi passa subito. Stavolta no. e poi sarà un pò di pressione bassa. Ho un pò di brivi ma febbre non ne ho. E poi è da ieri che ho un pò di agitazione. Tranquilla, nulla di grave. Altre volte mi è venuto. Era per dirtelo. Ok?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *