Fotografia: a cosa serve e come usare l’obiettivo “Fisheye”

Guida Fotografica: a cosa serve e come usare l’obiettivo “Fisheye”. L’attribuzione di questo nome, che letteralmente significa “Occhio di Pesce”, dipende dal fatto che come il vertebrato, anche il Fisheye ha una visione semisferica di 180 gradi. Ciò permette di avere una visione più ampia dell’intera scenografia. Con tale caratteristica, usando quest’obiettivo, parlando di uno scatto tradizionale, l’immagine, essendo distorta, è fotografata erroneamente. Tuttavia, la sua caratteristica distorsione, rende lo scatto molto suggestivo per via dell’effetto quasi circolare che si crea. Principalmente, viene usato per mettere in evidenza alcuni particolari del soggetto e per dare all’immagine un tocco prettamente artistico. Usarlo correttamente è molto importante e necessita una certa pratica, perché basta un minimo errore e si rischia di ottenere l’effetto contrario, imbruttendo notevolmente l’immagine. Di seguito, possiamo vedere nel dettaglio l’uso dell’occhio di pesce.

Fotografia: a cosa serve e come usare l’obiettivo “Fisheye”
Fotografia di Giuseppe Lo Brutto.

Quali sono le altre caratteristiche del Fisheye? Una piccola nota da specificare è che la maggior parte di questo tipo di obiettivi, hanno la messa a fuoco manuale. Considerando che si cerca sempre di evitare la presenza della distorsione all’interno di un’immagine, con questo obiettivo, avendo una messa a fuoco ampia, la distorsione viene enfatizzata perché, spesso, l’intera immagine è totalmente, o quasi, a fuoco. Per via della sua struttura, come spesso accade, il Fisheye, non può essere considerato come un grandangolo molto spinto, nonostante (con riferimento alle full frame), abbia una lunghezza focale compresa tra i 6mm e i 16mm. Nello specifico, dipende dal fatto che in questo obiettivo, le lenti e lo schema ottico intero, sono costruite per evidenziare la curvatura delle linee cadenti. Infatti è costituito da uno o più elementi anteriori divergenti e da uno schema di elementi posteriori convergenti di dimensioni ridotte. Invece negli obiettivi grandangolari, le lenti sono costruite per eliminare la distorsione.

Fotografia: a cosa serve e come usare l’obiettivo “Fisheye”
Fotografia di Gio Amico.

Quanto tipi di obiettivi Fisheye esistono? Ne esistono due e in base alla loro lunghezza focale, sono di tipo rettangolare e circolare. La loro nomenclatura dipende da come le immagini vengono registrate dal sensore e dal tipo di distorsione che riescono a realizzare. I Fisheye rettangolari hanno una lunghezza focale contesa tra i 14mm e i 16mm e in questo caso, l’immagine copre per intero la grandezza del sensore, creando un’immagine distorta ma non circolare. Invece, quelli circolari, hanno una grandezza focale compresa tra i 6mm e i 10mm. In questo caso, sul sensore, viene proiettata un’immagine a forma di cerchio.

In quale genere fotografico è possibile utilizzare il Fisheye? Principalmente, è preferito nella fotografia sportiva, per via delle particolari curvature che l’obiettivo crea. Per questo motivo, deve essere usato con la giusta moderazione. Occorre lavorare sull’inquadratura poiché è possibile, data la sua ampia visuale, di introdurre nell’immagine, alcuni elementi che possono creare disturbo. Anche perché, in fase di post-produzione, a differenza della foto ritratta con un altro obiettivo, ritagliarla è più difficile, con il rischio di rovinarla. Inoltre, la distorsione del Fisheye, può avere un certo fascino se viene applicata alla fotografia architettonica, stravolgendo il gioco retto delle linee facendole diventare delle linee semi circolari. Ancora, l’obiettivo, può essere usato nel Ritratto per realizzare delle foto ironiche, creando l’effetto caricatura.

Quali sono i tipi di obiettivo che si trovano in vendita? Di seguito ne sono elencati alcuni:

  • Canon EF 8-15mm f/4l Fisheye USM, con il quale è possibile, se montato su una full frame, scegliere tra le immagini circolari o rettangolari. Ha un’ottima qualità dell’immagine è ed adatto anche per le mezze formato (o APS-C).
  • Nikon AF-S NIkkor 8-15 f/3.5-4-5 E ED che ha la messa a fuoco automatica e ha la caratteristica di mettere a fuoco i soggetti a 3 cm.
  • Samyang 8mm f/3.5, fisheye rettangolare dall’ottima qualità prezzo compatibile sia per le full frame che per le mezze formato.
  • Sigma 8mm f/3.5 EX DG Circular Fisheye che è circolare e ha l’attacco per le Nikon.

Queste sono le nozioni principali per usare l’obiettivo Fisheye. L’esaltazione delle linee curve attraverso lo “sguardo estroso” dell’occhio di pesce.

L’immagine di copertina è stata realizzata dal fotografo Giuseppe Lo Brutto.

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)